torna alla home page


Gatti: etologia



Perchè i gatti fanno le fusa?

... si strusciano sulle nostre gambe?

... ci regalano le loro prede?

... fanno la "pasta"?

... si puliscono tanto?

... non sopportano le porte chiuse?

... soffiano?





Perchè i gatti fanno le fusa?

In realtà non si è ancora capito appieno il significato delle fusa: sono certamente un segno di benessere, ma spesso succede che anche gatti malati o feriti emettano questo particolare suono.

Gli studiosi, quindi, propendono per un significato "amichevole", un modo conquistare la disponibilità degli altri, siano essi animali o esseri umani e, nello stesso tempo, per segnalare la propria "non pericolosità.I gatti iniziano a far le fusa a poche settimane di vita quando si trovano a contatto con la madre e certamente in questo caso sta a significare: "OK mamma, va tutto bene!" e la madre ricambia con il medesimo segnale. 

Il suono viene emesso dalla laringe e dal diaframma, infatti se accarezziamo la gola o la parte anteriore dell'addome di un miciozzo in "stato di fusa" potremmo sentire in modo netto la vibrazione.

L'intervallo tra una emissione sonora e l'altra è stato calcolato in 30-50 millisecondi: in pratica rappresenta la contrazione muscolare più rapida mai riscontrata in un mammifero.

Anche i grandi felini sono capaci di emettere un suono simile, simile ma non uguale. Mentre nei gatti il suono è continuo sia in fase inspiratoria che espiratoria, i parenti di stazza maggiore non sono capaci di emetterlo in fase espiratoria....... 1 a 0 per i gatti!

Torna all'inizio.

Perchè i gatti si strusciano?

Ma perchè così ci marchiano con il loro odore! .... e noi .. ricambiamo..

Infatti subito dopo il micio comincerà a leccarsi sia per ... ripristinare su di sè l'odore originale, sia per "assaggiarci" attraverso la traccia odorosa che gli abbiamo lasciato. Se fate attenzione noterete che si struscia sulle nostre gambe cominciando dalla testa, esattamente con l'angolo della bocca e con le tempie, poi con il fianco ed infine ci avvolge con la coda. Alcune delle ghiandole "marcatrici", infatti si trovano in questi tre punti.

E' il suo saluto ed è importante accettarlo e ricambiarlo con qualche carezza ... Per quanto riguarda l'odore, niente paura: il nostro apparato olfattivo è decisamente troppo grezzo e non sentiremo proprio nulla.

Torna all'inizio.

Perchè ci regalano le loro prede?

Perchè tentano disperatamente di insegnarci a cacciare! Esattamente come la mamma fa con i cuccioli ...

Certo, provvediamo a curarli, coccolarli e per molti versi ci identificano come loro genitori, ma, per quanto grandi e grossi, non sappiamo cacciare!! Insomma, un po' tonti lo siamo, via!

Quindi se vi succede, vedetela con occhi felini: accettate il dono, ringraziate con qualche carezza e qualche parola dolce... poi, se possibile, cercate di salvare la "preda" ... ehm... ammesso che sia ancora in vita.

Torna all'inizio.

Perchè "fanno la pasta"?

E' uno dei segnali che ci fa capire come i gatti domestici (ma anche i cani, con altre manifestazioni) siano dei cuccioli mai cresciuti, infatti questo è un atteggiamento che allo stato brado non si riscontra.

Il movimento di "impastamento" che il nostro gatto compie su di noi è lo stesso che il cucciolo esegue su ventre della madre mentre questa lo allatta e serve semplicemente a stimolare la produzione e la fuoriuscita del latte. Praticamente quando ci "impasta" ci identifica con la ... mamma.. e se gli volete bene non potete scacciarlo! E' una dimostrazione di affetto e come tale va rispettata.

Torna all'inizio.

Perchè si puliscono tanto?

Per mille motivi e forse di più ... Certamente per pulirsi, sia dalla polvere che si deposita sul loro mantello, sia dai residui (e dall'odoooore!!) del cibo, ma anche perchè un pelo ben lisciato rappresenta una migliore protezione dal freddo e, d'estate, perchè bagnandolo si determina una evaporazione che farà scendere la temperatura corporea. Infatti il gatto non è dotato di ghiandole sudoripare come noi e neppure riesce a smaltire il calore in eccesso ansimando come i cani.

Ed i motivi non sono finiti... Ad esempio il sole stimola la produzione di vitamina D sul pelo e, leccandolo, il gatto riesce ad assumerla.

Avete notato che spesso il micio non solo si lecca il pelo, ma lo mordicchia (per sciogliere i nodi che si possono formare) ed addirittura lo tira?

Tirandolo stimola la ghiandola che si trova alla base di ogni pelo e che ha il compito di produrre una sostanza grassa che, spalmata su tutta la lunghezza del pelo stesso, lo rende impermeabile.

>In tutte queste operazioni il micio ingurgita una notevole quantità di pelo che di solito provvede ad espellere rigurgitandolo. La quantità di pelo aumenta nei periodi di muta, durante i quali è saggio intervenire dall'esterno, per così dire, con periodiche spazzolate.

Attenzione, però: il troppo leccarsi, fino a togliersi addirittura il pelo da certe zone, è segnale di stress.

Torna all'inizio.

Perchè non sopportano le porte chiuse?

Come perchè???? Perchè dovrebbero proprio essere vietate dalla Legge!

Impediscono il controllo costante del territorio!

Dietro una porta chiusa può succedere qualsiasi cosa. Quindi... aprire per favore! Ma non aprire un attimo e poi richiudere... NO! Non funziona così! Aprire e lasciare aperto... 

Torna all'inizio.

Perchè soffiano?

Per incutere paura ad un altro predatore più grosso di lui (un cane, ad esempio)...

Ma perchè proprio "soffiare"?

Gli etologi propendono sempre più per la tesi della ... imitazione del serpente. In effetti il verso che il gatto produce ricorda molto il sibilo d'un serpente pronto ad attaccare ed è noto che i predatori in genera hanno un "rispetto" particolare verso i serpenti, rispetto ben radicato nel DNA, se non nella memoria "personale". E se proprio i micio è messo spalle al muro, non si asterrà certo dal muovere la coda in modo sinuoso che ricorderà il movimento del serpente pronto ad attaccare.






Notizie sul sito Dakota gatto del Maine